Un autentico rompicapo!

image_pdfimage_print

Cominciamo a familiarizzare con le variazioni alle regole in vigore dal 1 ottobre 2018. Non avendo sempre a disposizione materiale di partite relative alla stagione in corso utilizzeremo anche delle clip recenti che ci possano aiutare a spiegare cosa si dovrebbe fare.

Provate a guardare la clip ed immaginate quali dovrebbero essere i provvedimenti da prendere per quanto accaduto. Se avrete la pazienza di seguirci cercheremo di darvi tutte le informazioni compreso un breve salto nel passato.

Per quelli che sono meno addentro alle questioni regolamentari permetteteci una doverosa premessa: la “rissa” nella lingua italiana ha un significato leggermente diverso da quello che viene dato dal regolamento tecnico! Non vogliamo tediarvi sul piano linguistico, ma è necessario specificare che l’articolo 39 del RT FIBA si riferisce solo a sostituti, allenatori, aiuto allenatori, giocatori al seguito e membri della delegazione al seguito della squadra. Nel caso in cui una o più di queste persone oltrepassino i confini dell’area della panchina durante una rissa o in una situazione che potrebbe portare a una rissa, devono essere espulsi.

Cosa è successo: 3bianco e 19rosso si strattonano a vicenda durante l’azione di rimbalzo; dopo l’ultima sbracciata di 19rosso i due si staccano e poco dopo, mentre 7bianco inizia a palleggiare, 3bianco colpisce con una spallata sul petto 19rosso che finisce a terra. Mentre l’arbitro coda fischia e sanziona un doppio fallo, 3bianco si china sull’avversario inveendo contro di lui. Allenatore bianco e 14bianco oltrepassano l’area della panchina ed entrano sul terreno di gioco, mentre alcuni giocatori arrivano di corsa provenienti dall’altra meta campo. Il pronto intervento di coda e centro evita che altri giocatori vengano a contatto e la situazione si sbroglia.

L’arbitro segnala un doppio fallo antisportivo, mentre i giocatori coinvolti, a centro campo, si spiegano. Il gioco è stato ripreso, compensando i due falli, con una rimessa per la squadra bianca che controllava la palla al momento dell’interruzione del gioco, dalla linea di fondo con il residuo dei secondi (22) sul display dei 24. I più attenti avranno notato che la squadra rossa ha esaurito il bonus dei falli nel periodo mentre la squadra bianca no.

Per non fuorviarvi lasceremo in sospeso la soluzione del problema con le regole 2017-18, ma molte delle considerazioni sulla tempestività, coerenza e consistenza delle scelte e delle decisioni le potrete comodamente evincere perché attualissime.

Il primo contatto tra i due giocatori può essere “istintivamente” fischiato come un doppio fallo, salvo poi accorgersi che avendo penalità diverse, non potrà essere amministrato come tale. Il primo fallo è stato commesso quando nessuna delle due squadre era in controllo di palla: il fallo di 19rosso comporterà la sanzione di 2TL per il 3bianco, mentre il fallo di 3bianco comporterà un possesso palla per la squadra rossa. La strattonata data dal 19rosso deve essere sanzionata come un fallo antisportivo “U2”, mentre il successivo contatto provocato da 3bianco merita quantomeno la sanzione di un fallo antisportivo “U2” (se non una espulsione diretta!). Il suo successivo comportamento con l’avversario a terra necessita di un fallo da espulsione “D2”. Tutti i giocatori sul terreno cercano di ristabilire l’ordine ed evitare il peggio e nessuno di loro deve essere sanzionato. Difficile classificare il comportamento dell’Allenatore, autorizzato dalle regole ad entrare in campo per aiutare a sedare il principio di rissa, anche se il suo body language può non sembrare particolarmente amichevole; in ogni caso, una volta rientrato nell’area panchina il coach avrebbe dovuto essere sanzionato con un “C1” per proteste. Il 14bianco pur non partecipando attivamente, solo per essere entrato sul terreno deve essere espulso. Nel caso in cui sia sostituto tutte le sue caselle dei falli saranno riempite con la lettera “F”; nel caso in cui sia già un giocatore escluso la lettera “F” sarà trascritta accanto al 5° fallo, all’allenatore A sarà attribuito un “B2” perché comunque responsabile del comportamento dei componenti della squadra.

Ma come si riprende il gioco? Per prima cosa bisogna stabilire cronologicamente come sono avvenuti i falli e come devono essere amministrate le relative sanzioni, ricordandosi che eventualmente al momento dell’interruzione del gioco il controllo di palla era bianco e la palla si trovava dentro l’area dei 3” nella metà campo di difesa bianca. Ma soprattutto, altra novità di quest’anno, che eventuali falli tecnici dovranno essere amministrati immediatamente (salvo compensazioni) prima di qualunque altra sanzione.

Vi ricordo che nei campionati dove previsto (Serie A) gli arbitri possono usare l’instant replay per determinare chi abbia lasciato l’area della panchina, ma non per determinare chi abbia iniziato la rissa o eventualmente commesso il primo fallo. Certamente la determinazione di quale tra 19rosso e 3bianco abbia commesso per primo il fallo in occasione del duplice contatto non ha nessuna influenza sull’amministrazione delle sanzioni, poiché in ogni caso il possesso palla bianco sarà comunque cancellato perché seguito o in mezzo a serie di tiri liberi. Per semplicità (le immagini ci confortano ma non le potrete usare) consideriamo il fallo del 3bianco (trattenuta a rimbalzo) il primo della serie.

Fallo tecnico Allenatore bianco “C1” > sanzione 1TL per un giocatore rosso
Fallo tecnico Allenatore bianco “B2” > sanzione 2TL per un giocatore rosso
Fallo 3bianco su 19rosso > sanzione possesso palla rosso (non amministrabile)
Fallo 19rosso su 3bianco > sanzione 2TL (bonus) 2TL per il sostituto del 3bianco (espulso)

Fallo antisportivo 19rosso su 3bianco > sanzione 2TL per sostituto 3bianco + PP bianco (Compensato)

Fallo antisportivo 3bianco  su 19rosso > sanzione 2TL per 19rosso + PP rosso (Compensato)
Fallo da espulsione 3bianco > sanzione 2TL per un giocatore rosso + PP rosso alla linea della rimessa con 14”

Deja-vu!
Facciamo un piccolo salto indietro e torniamo alla stagione passata. La “salomonica” decisione di doppio fallo antisportivo utilizzata sul campo lascia sicuramente perplessi; raggruppare i diversi contatti avvenuti attribuendo un doppio fallo semplifica sicuramente la gestione ma è abbastanza distante da quanto previsto dalle regole. Il contatto provocato da 3bianco è decisamente ritardato rispetto al primo doppio contatto a rimbalzo ed alla sbracciata del 19rosso che si divincola. Su questa situazione poteva arrivare un aiuto tempestivo dal centro o dal coda? Oppure il doppio contatto iniziale poteva essere “derubricato” a fronte delle ben più gravi sbracciate e  spallata, da fischiare in successione? Certo è che indipendentemente da tutto 14bianco deve sempre essere espulso ed allenatore bianco sanzionato con un fallo tecnico per il suo comportamento.

Articolo letto 288 volte

Logo Fischietto.com
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *